top of page
  • Immagine del redattoremarzia

Communication Audit

Aggiornamento: 31 mar 2023

L’analisi dell’efficacia del piano di comunicazione che hai stabilito, risponde alla seguente domanda: la comunicazione ti sta aiutando a raggiungere gli obiettivi che ti sei prefissato?


Gestire oggi la comunicazione diventa sempre di più una sfida complessa: nuove piattaforme emergenti, persone sempre di più connesse e attive sul web, desideri sempre più volatili, mettono a dura prova l’efficacia della comunicazione di un’impresa.


Un audit della comunicazione ti permetterà di avere un quadro generale di come stai comunicando con il tuo target d'interesse e di apportare miglioramenti e novità nella tua strategia.


taccuino con scritto communication audit, tavolo e tastiera pc
Communication Audit: approfondimento by Nekoi Agency

Communication audit: come si svolge


Step 1: analizza il contesto di riferimento

L’analisi interna ed esterna dell’ambiente nel quale operi è fondamentale per comprendere se vi sono nuovi cambiamenti o tendenze ed eventualmente intercettarli. Suddividi il tuo pubblico in più segmenti: stakeholder interni ed esterni, clienti, dipendenti etc.


Dopo questa prima segmentazione procedi con una più dettagliata, ad esempio puoi suddividere e analizzare i tuoi clienti sulla base dell’area geografica di appartenenza, dei dati demografici o del comportamento d’acquisto. Dopodiché individua all’interno della tua azienda quali sono i reparti che si relazionano con questi interlocutori, ad esempio il marketing e comunicazione, le risorse umane e le vendite.


Infine analizza tutti gli strumenti e canali di comunicazione quali mail, social network, sito web, comunicazione offline etc.


Step 2: raccogli dati e analizzali

Da questa analisi preliminare raccogli informazioni che si riferiscano a un arco temporale che va dai sei ai dodici mesi.

Organizza un file con ciascuna delle comunicazioni che stai sviluppando e i criteri di valutazione: brand image, la qualità dei contenuti, l’efficacia dell’invito all’azione etc.


Osserva questi dati in modo critico e oggettivo, cerca di capire quali sono i punti di contatto da potenziare e quali migliorie si possono apportare alla comunicazione.


Step 3: analizza i feedback dalla tua audience

Per comprendere in profondità l’efficacia o meno di come stai comunicando, raccogli feedback direttamente dal tuo pubblico: questo infatti è un momento prezioso dove puoi confrontarti con le tue buyer personas.


Come ottenere queste informazioni?

Hai a tua disposizione focus group e sondaggi, meglio se scegli di condurre entrambi. Quando li imposti tieni a mente di sviluppare un’indagine che ti aiuti a reperire le informazioni che ti servono ma che allo stesso tempo non impegni troppo il cliente in termini di tempo.


Garantisci a chi decide di partecipare all’audit massima riservatezza e tutela del trattamento dei dati personali.


Step 4: conduci la SWOT Analysis

In questa fase raccogli i dati e le informazioni rilevate e inseriscili nella matrice SWOT: essa ti permette di evidenziare i tuoi punti di forza, di debolezza, le minacce e le opportunità; se vuoi approfondire come realizzare una SWOT clicca qui.


Step 5: migliora la comunicazione

Alla fine di tutte queste analisi, definisci delle buone pratiche e stila una lista, classificale in migliorie che richiedono tempi brevi e poco budget e quelle che invece hanno bisogno di tempi e costi più dispendiosi.


Definisci un piano che sia realizzabile e suddividilo in fasi temporali: sei, dodici e diciotto mesi e per ciascun arco di tempo inserisci le attività da svolgere.



Se hai altri dubbi o domande non esitare a contattarci!





Comments


bottom of page